Stoccaggio illegale di rifiuti zootecnici, allevatore denunciato nel Vibonese

Durante un servizio di controllo effettuato dai carabinieri forestale della Stazione di Vibo Valentia, del Nucleo investigativo di Polizia ambientale agroalimentare e forestale di Vibo Valentia, della Stazione carabinieri di Cessaniti e dell’8° Elinucleo, in località "Carcara" del Comune di Cessaniti, è stata riscontrata la presenza di un’azienda, dedita all’allevamento di ovicaprini, che effettuava lo stoccaggio di ingenti quantitativi di rifiuti zootecnici, ben oltre il limite consentito dalle norme in vigore, stimati in circa cento metri cubi.

Il gestore dell’azienda, C. F. del luogo, è stato deferito, in stato di libertà.

I militari hanno, inoltre, contestato sanzioni amministrative per il mancato aggiornamento del registro di carico e scarico degli animali, in seguito alla mancata denuncia del decesso di tre ovini, le cui carcasse, sono state rinvenute nelle adiacenze del sito adibito al ricovero degli ovini, in evidente stato di decomposizione.

Immediato l’intervento del Servizio veterinario dell’Asp di Vibo Valentia che, nel predisporre i dovuti controlli ed impartire le relative prescrizioni, ha richiesto l’intervento di una ditta specializzata nel recupero e nello smaltimento delle carcasse.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.