Migliaia di uova sequestrate nel Vibonese

Oltre quattromila uova fresche sono state sequestrate nel Vibonese dai carabinieri del Nas e della Stazione di Filandari.

Il sequestro è stato effettuato, di concerto con il servizio veterinario dell’Asp di Vibo Valentia, durante un’ispezione igienico sanitaria condotta in un’azienda di confezionamento, deposito e commercializzazione di uova fresche, ubicata in località Baracconi di Ionadi.

Durante il controllo è emerso che l'attività veniva gestita da un ventinovenne di Mileto, in assenza di scia e dia.

Inoltre, le uova sarebbero state confezionate senza l’indicazione della classificazione, la stampigliatura e le indicazioni relative alla provenienza ed alla tipologia.

Alla luce delle irregolarità riscontrate, gli uomini dell'Arma hanno disposto la sospensione dell’attività ed il sequestro amministrativo di quattromila uova fresche di cui non è stato possibile stabilire la tracciabilità.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.