'Ndrangheta: sequestrati beni ad esponenti di spicco di due cosche

Due immobili del valore complessivo di oltre 400 mila euro sono stati sequestrati dai finanzieri della Compagnia di Gioia Tauro, a persone ritenute esponenti di spicco delle cosche Cacciola e Pesce, di Rosarno.

I provvedimenti, emessi dalla Sezione misure di prevenzione del tribunale di Reggio Calabria, rappresentano l'epilogo di indagini economico-patrimoniali nel corso delle quali sarebbe emersa "una consistente sproporzione tra i redditi dichiarati e il tenore di vita mantenuto dai rispettivi nuclei familiari", dei destinatari delle misure.

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.