Fanghi di depurazione sequestrati nel Cosentino

Nel corso di controlli mirati ad effettuare delle verifiche sulla regolare gestione della depurazione fognaria, i carabinieri forestale di Rossano hanno posto sotto sequestro i fanghi di depurazione presenti all’interno dell’impianto di Cariati.

Durante il sopralluogo, i militari hanno accertato la presenza di due vasche adibite all’essiccamento dei fanghi provenienti dal processo di trattamento dei reflui urbani, piene di rifiuti solidi e vegetazione.

Oltre a trovare un'altra vasca non funzionante colma di rifiuti, i carabinieri forestale hanno rinvenuto fanghi a terra.

Dopo aver posto sotto sequestro oltre 400 metri cubi di fanghi di depurazione, i militari hanno denunciato l'amministratore della società di gestione dell’impianto e l’amministrazione comunale per attività di gestione non autorizzata di rifiuti non pericolosi.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.