Barca a vela con 60 migranti a bordo intercettata al largo della costa calabrese

Su segnalazione dell'equipaggio di un velivolo del Coan della guardia di finanza, due unità navali delle fiamme gialle hanno individuato, ad una decina di miglia da Caulonia (Rc), una barca a vela, a bordo della quale si trovavano, stipati sottocoperta, 60 migranti (41 adulti maschi, 6 donne e 13 minori di origine mediorientale, di provenienza iraniana, irachena e siriana) e all’esterno, al timone, due cittadini ucraini, sospettati di essere degli scafisti.

I militari hanno, quindi, preso in custodia i sospettati e condotto sotto scorta la barca a vela al porto di Roccella Jonica, per le operazioni d'identificazione ed assistenza sanitaria ai migranti.

Dalle prime informazioni, il natante sarebbe partito da Smirne, in Turchia e tutta la navigazione sarebbe stata condotta in modo da raggiungere l’Italia durante la notte del fine settimana, con l’evidente speranza di trovare meno controlli e portare a termine senza problemi il traffico.

Dopo aver sequestrato la barca, i finanzieri hanno arrestato i due sospetti scafisti.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.