Armi in casa e parti d'auto nei capannoni, agricoltore in manette

Furto aggravato, riciclaggio, possesso illegale di armi e smaltimento illecito di rifiuti. Queste le accuse con le quali i carabinieri hanno tratto in arresto Domenico Nasso, agricoltore 58enne di Cittanova.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari delle Stazioni di San Giorgio Morgeto e Cittanova, con il supporto dei Cacciatori di Vibo Valentia, hanno rinvenuto in un armadio della camera da letto un fucile calibro 16, mentre in un ripostiglio è stata trovata una pistola calibro 22 e 45 proiettili di vario calibro.

Inoltre, insieme a personale specializzato, gli uomini dell'Arma hanno scoperto che gli impianti elettrici dell’abitazione e di un capannone industriale ubicato nelle vicinanze, erano alimentati abusivamente tramite un bypass alla rete.

Come se non bastasse, in due capannoni di proprietà dell’arrestato i carabinieri hanno rinvenuto centinaia di componenti d'auto, di cui l’uomo non avrebbe saputo fornire una plausibile giustificazione.

Infine, nel terreno di proprietà di Nasso, i militari hanno individuato una discarica abusiva di circa 4 mila metri quadrati nella quale erano stati riversati, senza alcuna autorizzazione e con potenziale danno all’ambiente, inerti edilizi, plastiche, componenti di autovetture e altro materiale.

Pertanto, dopo l'arresto ed in seguito all'udienza di convalida il 58enne è stato posto ai domiciliari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.