Uccide un connazionale al culmine di una lite, arrestato

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto un romeno di 33 anni per il reato di omicidio preterintenzionale.

In particolare, nella tarda serata di ieri, i militari sono intervenuti in contrada Boscarello di Corigliano, dove era stata segnalata una furibonda lite fra gli abitanti di alcune baracche presenti nell’area.

Arrivati sul posto, gli uomini dell’Arma hanno  trovato uno dei protagonisti della contesa, esanime, a terra, in una pozza di sangue.

Avviate le ricerche del responsabile del delitto, i carabinieri hanno individuato un uomo intento a nascondersi dietro alcuni cespugli, il quale, una volta scoperto, è scoppiato in un pianto liberatorio, ammettendo le proprie responsabilità sull’omicidio.

L’uomo, successivamente identificato in P.M.I., 33enne romeno con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato immediatamente accompagnato in caserma.

Secondo una testimonianza resa da un altro cittadino romeno che ha assistito alla lite, la vittima avrebbe battuto la fronte contro un oggetto contundente, finendo poi esanime a terra.

Al termine delle formalità di rito, il fermato è stato tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.