Minacciano con le armi due ristoratori, quattro ragazzi denunciati nel Vibonese

Quattro ragazzi di Piscopio, di età compresa tra i 18 ed i 21 anni, sono stati denunciati dagli uomini della squadra mobile di Vibo Valentia, con l’accusa di  minacce aggravate dall’uso delle armi.

I fatti risalgono al 29 maggio scorso, quando gli indagati - Michele Ripepi (19), Michele Carnovale (19), Salvatore Battaglia (21) e Michele D’Angelo (19) – dopo aver cenato nel ristorante “MaryGrace” di Vena di Ionadi, al momento di saldare il conto avrebbero preteso  di pagare una somma diversa da quella dovuta.

E’ scaturita, quindi, una discussione nel corso della quale, i giovani si sarebbero rivolti ai proprietari del locale con espressioni minacciose (“ci vediamo domani mattina…anzi tra cinque minuti!”).

Dopo essersi allontanati, i quattro sarebbero ritornati nel ristorante e due di loro avrebbero estratto le armi, successivamente rivelatesi a salve e con il tappo rosso non visibile.

Uno dei proprietari del locale ha quindi chiesto aiuto al 113, mettendo in fuga il gruppo.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno avviato le indagini che, grazie alle testimonianze delle vittime ed alle immagini dei sistemi di videosorveglianza hanno permesso d’individuare i presunti responsabili.

Durante le successive perquisizioni locali e domiciliari, a casa di uno degli indagati gli agenti hanno rinvenuto le armi che sarebbero state utilizzate per compiere l’atto intimidatorio.

Al termine delle indagini, i giovani sono stati denunciati per il reato di minacce aggravate dall’uso delle armi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.