Liquami sversati in un fosso, sequestro e denunce

Una condotta, un fosso lungo alcuni chilometri ed un collettore che sfocia nel mare.

E’ quanto hanno sequestrato, a Corigliano-Rossano, i carabinieri forestale della locale Stazione.

Il provvedimento è stato assunto poiché, da diversi anni, l’amministrazione comunale avrebbe consentito lo sversamento nel fosso, di liquami fognari non trattati.

Per i militari, il fosso, denominato “Santa Lucia”, non sarebbe idoneo a svolgere le funzioni di corpo recettore, tanto da far configurare anche una gestione illecita di reflui urbani.

Peraltro, come confermato dagli esami effettuati dall’Arpacal, nelle acque  del fosso sarebbe stato riscontrato un tasso elevato di escherichia coli.

Pertanto, contestualmente al sequestro, i carabinieri forestale hanno denunciato sei persone, tra tecnici comunali ed amministratori. 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.