'Ndrangheta, ennesimo duro colpo alla cosca "Cordì"

La notte scorsa i carabinieri ed i finanzieri dei Comandi provinciali di Reggio Calabria hanno eseguito, con il supporto dei militari dello Squadrone eliportato “Cacciatori Calabria”, un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’ufficio gip del tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di 15 persone.

Il provvedimento rappresenta il seguito delle operazioni “Riscatto” e “Mille e una notte” con le quali, rispettivamente, carabinieri e guardia di finanza, il 2 agosto scorso, hanno ricostruito la struttura operativa della storica cosca locrese dei “Cordì”.

I carabinieri hanno, inoltre, sequestrato una ditta di onoranze funebri di Locri, i cui titolari, per gli inquirenti, avrebbero “acquisito, nel corso di numerosi anni, una posizione dominante nell’ambito del settore di servizi funebri ed attività commerciali connesse all’area cimiteriale di Locri”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.