Carenze igieniche, chiuso un caseificio

Un allevatore è stato denunciato dai carabinieri forestale della Stazione di Scalea per gestione illecita di rifiuti e abusivismo edilizio.

La denuncia è scattata durante un controllo effettuato, in presenza dei tecnici comunali e della polizia locale, in un’azienda zootecnica in località “Piano del Fico”, nel comune di Santa Domenica Talao (Cs), dove i militari hanno rilevato la presenza di  strutture adibite a stalla, fienile e locale mungitura prive di titolo abilitativo.

Le opere, inoltre, sarebbero state realizzate in un'area sottoposta a vincolo idrogeologico.

Durante l’attività di controllo, gli uomini dell’Arma hanno scoperto anche che i reflui zootecnici e le acque prodotte dal locale mungitura venivano scaricati direttamente sul terreno.

Pertanto, al titolare dell’azienda sono stati contestati i reati di realizzazione abusiva di opere edile e abbandono o deposito incontrollato di rifiuti  non pericolosi  e immissione degli stessi in acque superficiali o sotterranee.

Inoltre, dopo aver riscontrato una serie di carenze igienico - sanitarie e strutturali, oltre alla mancata tracciabilità degli alimenti ed al corretto aggiornamento dei registri previsti dal manuale di autocontrollo Haccp, i militari hanno elevato una sanzione amministrativa di 4.500 euro, disponendo la chiusura del caseificio presente nell’azienda.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.