Stalking, misura cautelare per un 48enne

Gli uomini della Squadra mobile della questura di Cosenza hanno eseguito un’ordinanza d’applicazione di misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa e ai luoghi da lei frequentati, emessa dal gip presso il tribunale di Cosenza, su richiesta della locale procura della Repubblica, nei confronti di M.A., 48enne di Cosenza, ritenuto responsabile del reato di Stalking nei confronti dell’ex moglie.

In particolare, l’uomo, attualmente separato dalla vittima, già durante il rapporto coniugale, avrebbe tenuto un atteggiamento violento e offensivo, impedendole addirittura di uscire di casa per accudire i genitori malati.

Atteggiamenti morbosi e violenti che sarebbero continuati anche dopo la separazione e culminati in vere e proprie aggressioni fisiche, anche in locali pubblici, in tentativi di entrare nella casa della donna per rovistare nelle sue cose, in pedinamenti e in minacce di morte.

In un caso, l’uomo avrebbe, addirittura, cercato di speronare con l’auto l’ex moglie.

La donna, quindi, dopo aver subito l’ennesima aggressione, ha deciso di rivolgersi alla polizia di Stato per raccontare la lunga serie di atti persecutori subiti.

In seguito alla denuncia, sono scattate le indagini culminate nell’emissione della misura cautelare.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.