Chiaravalle C.le. Emanuela Neri riconfermata nella Commissione Pari opportunità della Provincia di Catanzaro

Sono stati ufficializzati da parte della Provincia di Catanzaro i componenti della Commissione Pari Opportunità. Dei venti componenti, dodici vengono scelti dal Consiglio Provinciale e otto sono nominati dal Presidente. La nuova Commissione sarà composta da: Anna Altomare, Carmelina Audino, Giovanna Arona, Daniela De Fazio, Caterina Ermio, Rosa Elia, Stefania Figliuzzi, Rosella Gallelli, Vincenza Matacera, Marta Monteleone, Sonia Munizzi, Emanuela Neri, Daniela Palaia, Giulia Pucci, Rosy Rubino, Maria Antonietta Sacco, Raffaela Sestito, Anna Maria Sirianni, Donatella Soluri e Catia Trapasso. Confermata, quindi, il consigliere comunale del Pd a Chiaravalle C.le Emanuela Neri. “E’ stata una bella notizia quella della riconferma in commissione” afferma la Neri. "Un segnale importante che fa ben sperare. Quando si lavora bene si ottengono gratificazioni. Quello dell'abbattimento di ogni forma di discriminazione è un tema a me molto caro. Prima dell'estate grazie all'associazione femminile che ho l'onore di presiedere e grazie all'emittente televisiva Telejonio abbiamo avviato la prima stagione di un forum tutto al femminile: L'altra Metà del Cielo. Un format che vuole dare voce alle donne che per diversa origine e professionalità, contribuiscono quotidianamente a combattere la battaglia contro le discriminazioni.  Mi auguro che la mia presenza in commissione possa aiutare me e le altre componenti a mettere in campo iniziative come questa e come tante altre". Oltre a far parte della commissione Provinciale, la Neri è presidente dell’ associazione Sulle Note del Tempo, che da anni lavora per l’affermazione dei diritti delle donne e contro la violenza di genere, in un territorio in cui molti dei soprusi a danno delle donne avvengono nelle quattro mura domestiche e lì rimangono per il timore, molte volte, di non poter trovare un valido aiuto al di fuori della famiglia. “Da sempre ho vissuto nella consapevolezza”, continua “che la libertà di scelta, la libertà di espressione,  la libertà di vivere come meglio si crede debba essere uguale per tutti e nel rispetto dell'altro. Oggi lotto perché ancora molto è da fare non solo in paesi considerati sottosviluppati, ma anche e soprattutto nella nostra società che si ritiene tanto avanzata e che invece, quotidianamente, fa vedere il peggio dell'arretratezza culturale. La nostra è una terra difficile dove il ruolo della donna è ancora confinato nella donna madre e moglie curatrice del focolare domestico. Dove arretratezza e retaggi culturali ci costringono a dover lottare di più per poter realizzare i nostri sogni.  Dove ancora, e parlo da dirigente di un partito e da consigliere comunale,  una donna che fa politica rimane ai margini se non si impone con la forza.  Dove una donna che intraprende una carriera politica e lavorativa è perché è la donna di un uomo potente. Non accetto di vivere in una società del genere, non accetto di educare mia figlia a questo e di farla vivere così. Nel mio piccolo ci provo, provo ad insegnarle ad essere libera e a fare della sua libertà come individuo, il motore per realizzare i suoi sogni. Attraverso la commissione si può fare un lavoro di sensibilizzazione nelle scuole e in tutti i luoghi dove si formano le coscienze di domani e dove il rispetto dell'altro può essere trasmesso come valore che rende migliore il mondo”. In conclusione, Emanuela Neri spera di “continuare a lavorare bene con le colleghe riconfermate e allo stesso modo di trovare feeling e sinergie con le nuove compagne di viaggio. Auguro, inoltre, a tutte buon lavoro e ringrazio il presidente della provincia e il consiglio nella sua interezza per questa nomina”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.