Violano un posto di blocco, arrestati dopo un rocambolesco inseguimento

I carabinieri delle Stazioni di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli hanno arrestato Antonino Barillà e Giuseppe Cannizzaro, di 30 e 36 anni, entrambi residenti a Sinopoli, con l’accusa di resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale.

In particolare, lunedì sera i due si trovavano a bordo di una Audi A3 condotta da Barillà quando, giunti nei pressi del centro abitato di Sant’Eufemia d’Aspromonte, si sono imbattuti in un posto di controllo dell’Arma.

Il conducente del veicolo, all’alt dei militari, ha accelerato improvvisamente la marcia.

Ne è nato un rocambolesco inseguimento per le vie del centro abitato, al termine del quale i fuggitivi sono stati bloccati.

Dopo essere stati fermati, i due hanno tentato di sottrarsi all’arresto minacciando e cercando di colpire i carabinieri.

Una volta ammanettati, a Barillà e Cannizzaro sono stati contestati i reati di resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale.

Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati posti ai domiciliari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.