Picchia la compagna e il suocero, 22enne finisce in manette

I carabinieri della Stazione di Cosenza hanno arrestato D.M.S., di 22 anni, per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Il provvedimento è scaturito dall'esito delle indagini avviate in seguito alla denuncia presentata dalla compagna dell’uomo, al termine dell'ultima aggressione subita.

 Dal racconto fatto dalla presunta vittima, le violenze del compagno, da cui ha avuto una bambina di pochi mesi, sarebbero iniziate ad aprile scorso.

In particolare, in diverse occasioni, l’arrestato avrebbe picchiato la compagna, spingendola fino a farla cadere per terra, afferrandola per il collo, tirandole calci e schiaffi e insultandola pesantemente tra le mura domestiche, a volte anche in presenza di amici e parenti.

Il culmine della vicenda sarebbe stato raggiunto lo scorso 3 ottobre, quando la donna sarebbe stata picchiata per l'ennesima volta. Nell'occasione, a scongiurare il peggio, sarebbe stato l’intervento del padre della donna, sulla quale, una volta accompagnata in ospedale, sono state riscontrate lesioni giudicate guaribili in 20 giorni.

Come se non bastasse, il giorno successivo, il 22enne avrebbe aggredito anche il genitore della compagna.

In particolare, l'uomo sarebbe stato raggiunto dal ragazzo, il quale, dopo essere salito a bordo della sua auto, si sarebbe scagliato con una violenza inaudita contro di lui, colpendolo con una serie di pugni e provocandogli lesioni ed escoriazioni, che hanno richiesto l'intervento dei sanitari. 

Pertanto, alla luce dei riscontri raccolti dagli investigatori, è stata emessa la misura cautelare che ha portato il giovane nella casa circondariale di Cosenza. 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.