Violazioni alla legge sulla caccia, denunciati tre cacciatori

I carabinieri forestale della Stazione di Corigliano (Rc) hanno denunciato tre cacciatori per violazione della legge sulla caccia.

In particolare, due uomini, originari del napoletano, sono stati fermati in località “Casone” nel comune di Cassano Jonio mentre esercitavano l’attività venatoria con l’ausilio di un richiamo meccanico a funzionamento elettromagnetico, di cui è vietato l'utilizzo.

I cacciatori sono stati trovati in un appostamento temporaneo realizzato sulla spiaggia ed a nulla è valso, all’arrivo degli uomini dell'Arma, il tentativo di occultare il richiamo sotto la sabbia.

I militari di Corigliano, in collaborazione con i colleghi del Soarda (Sezione operativa antibracconaggio e reati in danno degli animali) e del Reparto carabinieri Parco di Cerchiara, li hanno colti in flagranza di reato e sequestrato loro armi e munizioni.

Un altro cacciatore, sempre del napoletano fermato per un controllo nella zona, è stato denunciato invece perché esercitava l’attività venatoria con un fucile sprovvisto di riduttore, ospitando nel serbatoio un numero maggiore di cartucce consentite, azione che ha alterato le caratteristiche dell’arma da fuoco.

Oltre alla denuncia è stato posto sotto sequestro il fucile calibro 12.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.