I carabinieri arrestano un 41enne per droga e denunciano due giovani per indebita percezione del reddito di cittadinanza

I carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Rossano ed i poliziotti del locale Commissariato hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio, T. L., di 41 anni.

Fermato ad un posto di controllo, l'uomo è stato trovato in possesso di 15 grammi di marijuana.

Dopo l'arresto, il 41enne è stato rimesso in libertà dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Castrovillari che non ha rutenuto sussistenti le esigenze di natura cautelare.

I militari dell’Arma hanno inoltre deferito in stato di libertà due giovani di Campana per violazioni in materia di “reddito di cittadinanza”.

In particolare, un 19enne, percettore della misura assistenziale è stato trovato intento a lavorare in un negozio.

Al titolare dell’esercizio sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di oltre 17 mila euro.

Nel secondo caso, invece, durante un controllo in un panificio ubicato a Campana, gli uomini dell'arma hanno scoperto un trentenne percettore di reddito di cittadinanza, mentre svolgeva irregolarmente attività lavorativa.

Il titolare del panificio è stato sanzionato con multe per oltre 8 mila euro.

Entrambi i giovani sono stati denunciati in stato di libertà in quanto hanno omesso di comunicare all’Inps di aver intrapreso attività lavorativa dipendente, come prevede la normativa vigente in materia di concessione del reddito di cittadinanza.

Oltre alle conseguenze di natura penale, i due giovani rischiano la revoca del beneficio assistenziale nonché la restituzione delle somme complessivamente percepite.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.