Violazione delle norme anti contagio, raffica di denunce nel Vibonese

Nell'ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione del contagio da coronavirus, i carabinieri della Compagnia di Tropea hanno denunciato tre persone che, senza un valido motivo nè impellenti necessità, si trovavano a passeggiare tra le vie della Perla del Tirreno.

Controlli a tappeto anche nella zona del Poro, nella fattispecie, nel comune di Rombiolo dove i militari dell'Arma hanno fermato altre tre persone che pensavano bene di muoversi liberamente lontano dalla propria abitazione giusto per passare il tempo libero.

Non è andata in modo diverso ad un cittadino di Ricadi bloccato mentre scendeva dalla sua auto senza alcuna certificazione che ne attestasse le ragioni.

Addirittura otto persone sono state fermate dai carabinieri a Nicotera.

In questo caso, si tratta di cinque italiani e tre stranieri, nella fattispecie bulgari, beccati a girare nella cittadina tirrenica, senza alcuna meta precisa.

Per tutti, i militari hanno proceduto al deferimento in stato di libertà per violazione violazione di provvediemnti dell'autorità.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.