In Russia tre antivirali per combattere il coronavirus

"L'Accademia delle scienze russa ha sviluppato tre farmaci antivirali utilizzabili per il trattamento dei pazienti affetti da Covid-19".

Ad affermarlo, tramite l'agenzia di stampa Sputnik, è il vicepresidente del Dipartimento di Scienze biomediche, Vladimir Chekhonin.

Stando alle parole dell'esperto, si tratta dell'antivirale triazavrin, brevettato alcuni anni fa ed attualmente in fase di sperimentazione da parte degli scienziati cinesi.

Un altro medicinale, derivato dall'antivirale di produzione giapponese favipiravir, è stato invece realizzato dall'Istituto di Sintesi organica in collaborazione con l'Istituto di Chimica organica Zelinsky di Mosca.

Il terzo preparato, il fortepren, ha già passato i test clinici e dovrebbe essere utilizzato per il trattamento dei pazienti malati di coronvirus.

Chekhonin ha poi spiegato che in Russia ci sono tre i vaccini in fase di lavorazione che dovrebbero riuscire a coprire una vasta gamma di infezioni da coronavirus, incluso il Covid-19.

"Sono certo e spero che riusciremo ad avere un vaccino con un ampio spettro di utilizzo. Non solo per questa patologia, ma anche per tutta una serie di altre infezioni da coronavirus", ha concluso lo scienziato, chiarendo che due dei vaccini sono a base proteica e che uno di essi utilizza le proteine ricombinanti del coronavirus.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.