Balli e canti nel giorno di Pasqua, denunciati grazie ad un video divulgato con Whatsapp

I poliziotti della Questura di Crotone hanno identificato e denunciato sette persone, di cui due minorenni che, nella giornata di Pasqua, violando le norme relative al contenimento del coronavirus, hanno preso parte ad assembramenti non autorizzati con balli e canti.

Gli agenti sono risaliti ai protagonisti, grazie ad alcuni video, divulgati tramite Whatsapp, nei quali si vedeva gente intenta a cantare e ballare in palese violazione delle norme vigenti.

Dopo aver segnalato i sette identificati ai competenti Servizi sanitari per l’applicazione di ulteriori misure, i poliziotti hanno avviato gli accertamenti per individuare le altre persone che hanno preso parte ai festeggiamenti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.