Seguici su Facebook

C’è anche il contributo del sorianese Domenico La Bella nell’e-book “Racconti di cura che curano”

S’intitola “Racconti di cura che curano” l’ebook che raccoglie un’antologia di pensieri, riflessioni, emozioni d’infermieri italiani impegnati in prima linea nell’emergenza coronavirus.

Il volume, il cui ricavato sarà devoluto al fondo per aiutare gli infermieri colpiti dal covid, è nato grazie al contributo di uomini e donne che ogni giorno spendono la loro professionalità al servizio degli altri.

Nonostante i turni massacranti e gli straordinari carichi di lavoro, alcuni di loro sono riusciti, nei  ritagli di tempo, a mettere su carta pensieri e riflessioni che compongono un caleidoscopio nel quale si riflettono sentimenti e passioni che tratteggiano il loro sforzo di protagonisti silenziosi dell’emergenza che stiamo vivendo.

Un caleidoscopio alla cui composizione hanno contribuito sessanta autori, tre dei quali sono calabresi.

Uno di loro si chiama Domenico La Bella, ha 40 anni ed è originario di Soriano Calabro, nel Vibonese.

La  Bella, che è coordinatore infermieristico del pronto soccorso di Vibo Valentia, ha partecipato al progetto con un breve, ma intenso scritto, dal titolo “Mondo Virtuale”.

Nelle righe, vergate con composta partecipazione, La Bella descrive la sensazione che deve provare un paziente affetto da coronavirus quando entra in un pronto soccorso e si vede circondato da personale sanitario vestito come gli “astronauti”. “Astronauti” che accompagnano il paziente, fino “alla meta”, fino a farlo “ritornare nel mondo reale”, dopo essere stato ”catapultato senza capirne il motivo in quel mondo virtuale” che, nel volgere di poche settimane, ha stravolto la vita di migliaia di essere umani.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.