Seguici su Facebook

Violenza sessuale, maltrattamenti ed estorsione ai danni della madre: 35enne in manette

I poliziotti della Questura di Cosenza hanno eseguito un’ordinanza d'applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal gip presso il locale Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica della città bruzia, nei confronti di un 35enne ritenuto responsabile dei reati di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, estorsione e stalking.

In particolare, dalle indagini condotte dagli agenti della Squadra mobile cosentina, sarebbe emerso che l’uomo, anche a causa della sua condizione di tossicodipendenza, avrebbe maltrattato la madre, afferrandola per i capelli, spintonandola, picchiandola e minacciandola di morte, al fine di ottenere denaro.

In alcune circostanze, il 35enne sarebbe arrivato addirittura a palpeggiare la malcapitata.

Il provvedimento di custodia cautelare è giunto dopo che, l'8 aprile scorso, l'uomo è scappato dalla struttura sanitaria nella quale era ricoverato, per recarsi a casa della madre.

La donna, dopo aver rifiutato d'accoglierlo, ha chiesto l'intervento della polizia di Stato.

Una volta giunti sul posto, gli investigatori della Squadra mobile hanno avviato le indagini, al termine delle quali, per il 35enne si sono aperte le porte del carcere di Cosenza.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.