Terreni occupati abusivamente, sequestrati 50 ettari di agrumeti

I carabinieri forestale del Gruppo di Cosenza hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di terreni, emesso dal gip del Tribunale di Castrovillari, nei confronti di 18 indagati.

In particolare,  il provvedimento giunge in seguito alle indagini, condotte dai militari della Stazione di Corigliano, durante le quali è emerso che alcuni proprietari e agricoltori di Corigliano Calabro, Terranova da Sibari e San Demetrio Corone avrebbero, nel corso degli anni, occupato abusivamente parte di terreni, sia demaniali che privati, impiantando agrumeti in assenza di concessione demaniale e di nullaosta idraulico.

Dopo aver accertato che le coltivazioni ricadono negli argini del fiume Crati e che l’area interessata dalle piantagioni è sottoposta a vincolo paesaggistico ed è classificata a rischio elevato di inondazione, gli uomini dell’Arma forestale hanno posto i sigilli ad oltre 50 ettari di agrumeti.

Contestualmente sono state denunciate 18 persone, accusate d’invasione di terreni demaniali, deviazione di acque e deturpamento.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.