Seguici su Facebook

Fabrizia, riapre il mercato. Provvedimenti anche per il decoro urbano e per limitare l'uso dell'acqua potabile

Passo dopo passo, Fabrizia cerca di ritornare alla normalità sconvolta dal coronavirus. 

Vanno in tale direzione le tre ordinanze emesse dal sindaco Francesco Fazio.

In particolare, uno dei provvedimenti prevede la riapertura dei “mercati scoperti”, fermi restando: il rispetto delle misure di distanziamento sociale; "l’obbligo di utilizzo di mascherina e guanti; il distanziamento di almeno due metri tra le attrezzature di vendita dei singoli operatori di mercato; la presenza di non più di due operatori per ogni posteggio".

Con un'altra ordinanza, il primo cittadino ha vietato lo “utilizzo dell’acqua potabile della condotta idrica per inaffiamento di orti, giardini, terreni in generale e per il lavaggio di autoveicoli; il divieto di utilizzo dell’acqua della condotta idrica per il riempimento di vasche private; il divieto di innescare pompe o manichette nelle fontanelle pubbliche tali che impediscono il libero prelievo dell’acqua; il divieto di prelevare con qualsiasi mezzo l’acqua da fontane pubbliche per essere trasportata fuori dal territorio comunale per usi diversi da quelli consentiti”.

Il sindaco ha infine ordinato “ai proprietari e/o conduttori di terreni, agricoli e non, aventi i fronti su strade presenti nel territorio comunale o ubicati in prossimità di boschi o di aree del demanio forestale, in modo particolare quelli nelle adiacenze dei centri e dei nuclei abitati, di eliminare le sterpaglie e procedere alla pulizia delle aree di loro proprietà al fine di eliminare ogni inconveniente igienico – sanitario ed eliminare i rischi di incendio. Il decespugliamento e la rimozione da parte degli interessati (Enti pubblici, società private, privati cittadini) di sterpaglie ed arbusti presenti lungo il ciglio stradale e lungo le strade di accesso ad aree private e demanio forestale”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.