Seguici su Facebook

La spending review e la politica degli annunci

C’è un argomento che, per almeno due lustri, ha accompagnato il dibattito politico italiano: la spending review, ovvero la revisione della spesa pubblica.

Il tema, trattato  in tutte le salse e ad ogni latitudine, ben si presta a rappresentare il paradigma dell’inadeguatezza della classe politica italiana, incapace di decidere e portare fino in fondo le scelte annunciate.

Dopo essere stata presentata come la miracolosa ricetta, destinata a ridare ossigeno alle asfittiche finanze dello Stato, la spending review è improvvisamente sparita dai radar.

Nonostante fiumi di parole, commissari e commissioni varie, non è mai cambiato nulla: nessuna spesa è stata tagliata ed i carrozzoni - ricettacolo di travet e raccomandati di ogni risma - hanno continuato a bruciare soldi pubblici per scopi sconosciuti ai più.

Tutto è rimasto come prima, compresa la politica degli slogan e degli annunci.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.