Seguici su Facebook

Serra, Certosa: impossibile celebrare messa nella chiesetta esterna, il priore scrive una lettera ai fedeli

“Carissime Sorelle e Carissimi Fratelli,

da più di due mesi aspettiamo con ansia, insieme a voi, la riapertura al pubblico delle SS. Messe; è stata un’attesa lunga che ha messo alla prova tanti fedeli, soprattutto per la privazione dell’Eucaristia, perfino nei Santi Giorni della Pasqua!”.

Questo l’incipit di una lettera rivolta ai fedeli dal priore della Certosa di Serra San Bruno, dom Ignazio Iannizzotto.

“Da questa settimana – prosegue - un protocollo concordato tra il Governo e la Conferenza Episcopale ha permesso la riapertura al pubblico delle celebrazioni delle SS. Messe, ma è stato necessario anche fissare una serie di prescrizioni sanitarie per evitare ogni possibilità di contagio, visto che ci troviamo ancora nel rischio concreto di ritorno del virus.

Nella nostra Comunità, dopo aver ascoltato il parere delle autorità dell’Ordine, abbiamo esaminato con attenzione queste prescrizioni e ci siamo resi conto, con grande dispiacere, di non essere in grado, al momento, di poterle applicare nella nostra chiesetta esterna, a causa delle sue piccole dimensioni. Poiché non è neppure pensabile l’ipotesi di celebrazioni all’aperto, che sono da escludere per i monasteri, dobbiamo quindi aspettare ancora un po’ prima di ricominciare a celebrare le Messe domenicali come prima”.

Confidiamo nella vostra comprensione e vi siamo grati per la vostra vicinanza, in quanto figli di San Bruno e quindi nostri fratelli. Preghiamo il nostro Padre che al più presto ci liberi definitivamente da ogni contagio e ci consenta di ritornare tranquillamente alle nostre celebrazioni nella chiesetta della Certosa.

Secondo lo spirito monastico – conclude il priore - saremo sempre uniti nella preghiera e nell’intercessione, e noi monaci certosini vi porteremo tutti, non solo ogni domenica, ma ogni giorno, nell’Eucaristica che celebriamo in clausura.

Un caro abbraccio a tutti voi e alle vostre famiglie, con la benedizione speciale di San Bruno”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.