Operazione "Malefix" contro la 'ndrangheta: 21 misure cautelari

Ha preso il via all'alba di oggi l'operazione "Malefix" con la quale la polizia di Stato di Reggio Calabria, con il coordinamento della locale Direzione distrettuale antimafia, ha eseguito 21 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti dei capi storici, elementi di vertice, luogotenenti e affiliati alle potenti cosche della ‘ndrangheta De Stefano-Tegano e Libri operanti nella città dello Stretto..

I destinatari delle misure sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, diverse estorsioni in danno di imprenditori e commercianti, detenzione e porto illegale di armi, aggravati dal metodo e dalla agevolazione mafiosa. Gli investigatori della Squadra mobile e del Servizio centrale operativo della Direzione centrale anticrimine della polizia di Stato, coadiuvati dai colleghi dei Reparti prevenzione crimine e di altre Squadre mobili del Sud, Centro e Nord Italia, hanno eseguito anche numerose perquisizioni e alcuni sequestri di aziende.

Attraverso il monitoraggio dei summit di ‘ndrangheta, gli investigatori della polizia di Stato hanno ricostruito le dinamiche criminali che regolano il funzionamento del locale di Archi e il tentativo di scissione della famiglia facente capo a Luigi Molinetti dalla casa madre dei De Stefano storicamente egemone anche nel centro della città di Reggio Calabria.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.