Ciclovia dei parchi della Calabria, avviati i lavori nel tratto “Fabrizia-Mongiana-Nardodipace”

Sono stati avviati lungo la strada provinciale 94, “Fabrizia-Mongiana-Nardodipace”, i lavori di costruzione del tratto ricadente nella provincia di Vibo Valentia della “Ciclovia dei parchi della Calabria”, che consentirà di andare in bici anche nella splendida cornice naturale delle Serre vibonesi.

Per realizzare i 150 chilometri di ciclovia - che si svilupperà, soprattutto, in provincia di Vibo (circa il 60% del tratto), ma toccherà anche i territori delle province di Catanzaro e quelli di Reggio Calabria - sono stati stanziati 1milione e 250mila euro.

I lavori di «adeguamento stradale», come spiegato dal vice presidente della Provincia di Vibo, Domenico Anello - che ha promosso uno specifico tavolo di concertazione sulla viabilità provinciale connessa alla ciclovia (finanziata dal POR Calabria 2014/2020) -, «verranno effettuati, nel Vibonese, lungo le arterie che toccano i comuni di Fabrizia, Mongiana, Nardodipace, Serra San Bruno, Brognaturo, Spadola, Simbario, Vallelonga, San Nicola da Crissa, Monterosso Calabro e Polia. Tali interventi - ha evidenziato Domenico Anello - prevedono la sistemazione del manto stradale e il ripristino della segnaletica orizzontale e verticale». Anello, visibilmente soddisfatto, ha anche sottolineato come «sia il Parco delle Serre che quello dell’Aspromonte abbiano positivamente interloquito con la Provincia e i Comuni, accogliendo i suggerimenti tecnici proposti ai fini del miglioramento degli interventi da effettuare».

L’attenzione rivolta alla realtà territoriale montana delle Serre e, in particolare, alle problematiche legate alla viabilità stradale è stata testimoniata dalla presenza sul posto del presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, e del prefetto Francesco Zito. Quest’ultimo, nel corso di un’apposita assise pubblica, tenutasi nella sala del Consiglio del Comune di Fabrizia, ha messo in risalto «il positivo connubio turismo-viabilità che, in genere, si determina grazie alla realizzazione di una ciclovia. Questo progetto - ha asserito il prefetto di Vibo - mette insieme due esigenze prioritarie per il territorio: avere infrastrutture all’altezza e promuovere una nuova forma di turismo, tra l’altro già sperimentato con successo in diversi Paesi europei. Avere un itinerario paesaggistico così bello da poter percorrere in bicicletta - ha chiosato il prefetto Zito - è veramente un grosso incentivo per un tipo di turismo che attrae tantissimo ed è in grado di portare benessere e sviluppo economico al territorio». In sintonia con il prefetto il pensiero espresso, al riguardo, dal presidente Solano.

«La realizzazione di una ciclovia, su tratti stradali provinciali che necessitano, da tempo, di interventi di manutenzione, consente sia di avviare una prima sistemazione delle arterie del sistema viario montano e sia di promuovere il cicloturismo in una zona in cui le bellezze naturali e paesaggistiche sono tra le più suggestive della Calabria.

Solano ha, poi, sottolineato l’importanza del dialogo istituzionale e, nel caso specifico, la proficua collaborazione attuata con il prefetto e i sindaci di Fabrizia, Francesco Fazio, di Mongiana, Francesco Angilletta e di Nardodipace, Antonio Demasi». Sindaci che nei loro interventi, sia pure con sfumature comunicative diverse, si sono detti «soddisfatti dell’azione istituzionale e amministrativa svolta dalla Prefettura e dalla Provincia di Vibo» e hanno, quindi, rivolto a Zito e Solano «un sentito plauso».

Fazio, Angiletta e Demasi hanno, inoltre, chiesto di «istituzionalizzare il tavolo di concertazione sulla viabilità», invitando i due maggiori rappresentanti istituzionali del Vibonese a «estendere le competenze del tavolo alle dinamiche di sviluppo generali della zona montana delle Serre».

Nel corso dell’iniziativa hanno dato il loro contributo in idee, attinenti al miglioramento della viabilità stradale, il presidente del “Comitato degli indignati speciali”, Domenico Demasi, il consigliere comunale, Leonardo Andrea Pasqualino e il vicesindaco di Fabrizia, Vincenzo Costa.

Il consigliere provinciale, Matteo Umbro, invece, richiamando gli interventi del presidente Solano e del prefetto Zito, ha messo in luce «il forte impatto che la ciclovia avrà, soprattutto, sulle dinamiche turistiche del territorio, andando a colmare quelle richieste avanzate, in particolar modo, dai visitatori stranieri amanti del turismo itinerante».

Delucidazioni sugli aspetti tecnici del progetto sono state, infine, fornite da Giuseppe Preiti, esponente del Parco regionale delle Serre, il quale - accogliendo la proposta del prefetto - produrrà delle schede progettuali e delle slide illustrative del percorso della ciclovia che i cittadini potranno visionare, nei prossimi giorni, sul sito internet della Provincia di Vibo Valentia e dei Comuni interessati. 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.