Spacciavano droga anche ai minorenni, 4 misure cautelari

I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza, con il supporto dei colleghi delle Compagnie di Genova-Sampierdarena e San Severo e con l’ausilio dello Squadrone Cacciatori “Calabria” e del Nucleo cinofili di Vibo Valentia, hanno condotto un’operazione antidroga, dando esecuzione a quattro misure cautelari nei confronti di una donna e tre uomini residenti a Cariati (Cs), indagati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I destinatari dei provvedimenti sono: F. C.e C. F., di 54 e 20 anni, per i quali sono scattati gli arresti; M. F. ed ed il figlio M. L., di 63 e 26 anni, per i quali è stato disposto il divieto di dimora nelle province di Cosenza e Crotone.

Le misure sono scaturite da un'indagine avviata dai carabinieri della Stazione di Cariati, in seguito ad alcune segnalazioni fatte da genitori che avevano notato strani movimenti nei pressi degli istituti scolastici cariatesi.

Gli investigatori, dopo aver segnalato alcuni assuntori di droga alla Prefettura di Cosenza, hanno fatto luce su un rodato sistema di spaccio di marijuana gravitante intorno ai due arrestati, i quali avrebbero gestito una fitta ed ampia rete di spaccio grazie alla complicità del marito e del figlio della donna, oggi sottoposti alla misura cautelare del divieto di dimora.

Molti gli episodi di spaccio registrati: oltre cinquecento in pochi mesi. In alcuni casi la droga era destinata a minorenni.

Durante l'operazione, i militari hanno effettuato una serie di perquisizioni domiciliari nei confronti di altri dodici indagati, tra cui quattro minorenni, uno dei quali residente a Genova, nel corso delle quali, in alcune abitazioni sono stati rinvenuti 14 grammi di marijuana, tre bilancini di precisione e denaro contante.

I due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trasferiti in carcere.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.