Maltrattamenti in famiglia e abbandono di persone incapaci, manette per un 50enne

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia hanno arrestato un cinquantenne del luogo, condannato a cinque anni di reclusione per maltrattamenti in famiglia e abbandono di persone incapaci.

La vicenda risale al 2013 quando, in seguito ad un intervento presso l’abitazione dell’arrestato, i poliziotti hanno riscontrato come l’uomo fosse gravemente venuto meno ai propri doveri di custodia e cura nei confronti della moglie affetta da una grave patologia degenerativa.

In particolare, attraverso numerose testimonianze e in base ai rilievi effettuati, gli investigatori hanno accertato che il cinquantenne avrebbe maltrattato la donna che, per alcuni mesi, sarebbe stata costretta a vivere in condizioni disumane, in una stanza buia e chiusa a chiave, impossibilitata a muoversi e a chiedere aiuto, su una brandina ricoperta di escrementi e liquidi organici e infestata da insetti e pidocchi.

Al termine della formalità di rito, l’uomo è stato condotto presso la locale casa circondariale.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.