Estorsione sessuale ai danni di un professionista, 34enne beccato con una mazzetta da 5 mila euro

Gli uomini della Squadra mobile di Cosenza hanno arrestato in flagranza del reato di estorsione W. N., di 34 anni.

In particolare, l'arrestato, una decina di giorni addietro, avrebbe contattato un professionista cosentino paventandogli la possibilità che soggetti appartenenti alla criminalità organizzata potessero inviare alla moglie delle sue immagini intime e diffonderle in rete.

Per scongiurare l'eventualità, il 34enne avrebbe proposto di fungere da mediatore tra la vittima ed i non meglio precisati personaggi della criminalità organizzata cosentina che, a suo dire, pretendevano, per non diffondere e cancellare le foto intime, il pagamento di 10 mila euro.

Le indagini immediatamente avviate e condotte dal personale della 3^ Sezione reati contro la persona, reati sessuali e reati in pregiudizio di minori della Squadra mobile, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica, anche con attività di intercettazione e di videoriprese, hanno consentito nello spazio di pochissimo tempo di ricostruire la vicenda.

I poliziotti sono quindi entrati in azione, dopo che il 34enne si era fatto consegnare dal professionista 5 mila euro.

Dopo l'arresto W. N. è stato tradotto nella casa circondariale di Cosenza.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.