"Fierce woman 2.0", il progetto dedicato alle donne torna a Reggio Calabria

“Savoir faire”: è questo il nome del primo episodio della seconda stagione di "Fierce woman", il format di appuntamenti artistico-culturali ideato e organizzato da Laura Pizzimenti. Torna a Reggio Calabria il progetto che ha come unico filo conduttore la donna.

La donna intesa come "motore" della società, dell'economia di un territorio attraverso l'amore per la propria città. Tante sono le novità e tanti sono i nuovi obiettivi messi in campo da Laura Pizzimenti che vedono Reggio Calabria, e i suoi talenti, nello stesso tempo ‘vetrina e sfondo’ di una delle iniziative più apprezzate negli ultimi tempi.

Si riparte quindi con grande stile e le sorprese non mancheranno di certo. Il primo appuntamento di “Fierce woman 2.0”, questa la denominazione esatta dell’iniziativa, è previsto per giovedì 30 luglio, con inizio alle ore 20.30, presso L'A gourmet- L'Accademia dello chef Filippo Cogliandro. In un momento come questo fare rete fra i vari settori come cultura, arte, alta cucina, imprenditoria, solo per citarne alcuni, è fondamentale per vivere esperienze costruttive e innovative. Il vero motore delle protagoniste della seconda stagione è la passione, la voglia di emergere che unite alla professionalità e alle competenze possono davvero portare a risultati positivi per l'intera collettività.

“Fierce Woman è la casa di tutte coloro che hanno dovuto ricordare al mondo che la donna non è un oggetto, non è una bambola, sottolinea Laure Pizzimenti, che non è un soprammobile, che la donna ha diritto di avere le proprie opportunità di essere donna oltre che moglie, mamma, figlia, sorella. Fierce Woman è la donna che malgrado la guerra e le sue battaglie, continua Pizzimenti, non perde mai la propria dolcezza, ma che sa mordere se deve, per difendere se stessa e ciò che ama.

È la fierezza di chi punta in alto e con dignità affronta ogni ostacolo. È la donna che cade ma si rialza, la donna che anche quando cade lo fa con dignità ed altrettanta forza mentre si rialza tende una mano all'amica, alla persona che le sta vicina”.

Per il primo appuntamento le protagonista saranno Adele Briganti, consulente finanziaria, e Nancy Stilo, giurista e mediatrice, entrambe saranno accompagnate dalla ‘madrine’ ossia Angela Farone, avvocato e Mary Sciarrone, social media manager. Senza svelare troppi dettagli, una delle novità sarà proprio la figura delle ‘madrine" (12 delle protagoniste della prima stagione) che sono state selezionate da Laura Pizzimenti per creare continuità tra le due stagioni, per continuare ad allargare la rete ed il network. C’è di più. Per la seconda stagione il ‘palcoscenico’ di Fierce Woman si arricchisce anche della presenza maschile, di uno ‘special guest friend’ perché, come ci spiega Laura Pizzimenti, “le Fierce Woman non sono in lotta con gli uomini, ma prediligono figure maschili che non abbiano paura di loro”.

Per l’appuntamento di giovedì 30 luglio troveremo la presenza di un grande Amico delle Fierce Woman, un uomo che ha dimostrato di credere nella forza delle donne: Benvenuto Marra.

“Noi donne Fierce abbiamo creato una rete di sostegno tra noi e questa rete è una rete elastica che, dopo averti accolta durante la caduta ti fornisce la spinta per risalire, conclude Laura Pizzimenti, tutto questo con un incredibile “Savoir faire”, che non a caso è il titolo del primo episodio di Fierce Woman 2.0”. Nel team del progetto ci sarà infine, Luigi Regolo per la selezione musicale, Alfredo Muscatello per il reportage e le foto, Angela Panzera ufficio stampa, Dario Caminiti make up artist, Giovanni Scopelliti sesto senso hairstylist, Loredana Guinicelli, idee e grafica e Paola Redi per la comunicazione e grafica. Che il viaggio abbia quindi inizio con Fierce Woman 2.0.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.