'Ndrangheta nel Vibonese, catturato il presunto boss di Sant’Onofrio Domenico Bonavota

I carabinieri del Nucleo investigativo di Vibo Valentia  e dello Squadrone Cacciatori hanno messo fine alla latitanza di Domenico Bonavota, ritenuto esponente di punta dell’omonimo clan.

Latitante  da circa due anni, dopo essersi sottratto alla carcerazione a seguito della sentenza “Conquista” con la quale è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di Domenico Di Leo e destinatario di due ordinanze cautelari nell’ambito delle operazioni “Rinascita-Scott” e “Imponimento”,  Bonavota è stato rintracciato in una casa, nel centro di Sant’Onofrio.

Al termine delle operazioni, sono state arrestate altre due persone: Pino Lucio Laria, 45 anni, affittuario della casa dove è stato individuato il ricercato e Antonino Ruggiero, 23 anni, trovato in compagnia di Bonavota.

I due sono stati posti ai domiciliari, mentre Bonavota è stato tradotto in carcere.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.