Calunnia, danneggiamento e atti persecutori, manette per un 66enne

I poliziotti del Commissariato di Polistena (Rc), hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal gip presso il Tribunale di Palmi, a carico di Rocco Corica, 66 anni, ritenuto responsabile dei reati di calunnia, danneggiamento seguito da incendio e atti persecutori.

Per l’accusa, l’uomo, tra il 2017 ed il 2019, avrebbe inviato una serie di esposti anonimi per incolpare falsamente di alcuni reati una persona di Polistena.

Come se non bastasse, ad agosto 2017, l’arrestato, per ben due volte, avrebbe cosparso l’autovettura del malcapitato con liquido infiammabile, danneggiandola; quindi avrebbe inviato una lettera anonima agli investigatori per informarli della presenza di alcune cartucce sotto al sedile del mezzo.

Alla luce degli episodi accaduti, la vittima ha infine deciso di lasciare la propria abitazione, per trasferirsi, con la famiglia, in un altro comune.

Pertanto, in seguito alle indagini, a carico di Corica, nella cui casa sono state rinvenute armi e munizioni regolarmente detenute, è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.