Tentato omicidio, 58enne in manette a Vibo

Gli uomini della Squadra mobile vibonese hanno posto in stato di fermo d’indiziato di delitto, P.F., 58anni, del luogo, poiché gravemente indiziato del reato di tentato omicidio perpetrato, mediante l’esplosione di diversi colpi d’arma da fuoco, ai danni di un quarantaquattrenne, che si trovava nella sua auto in via Salvo d’Acquisto, a Vibo Valentia.

 Il tutto ha avuto origine ieri, quando, in seguito ad una chiamata alle forze dell’ordine, dal locale ospedale è stata segnalata la presenza di una persona che presentava una ferita d’arma da fuoco al torace.

Poco dopo si è presentato in questura P.F, il quale avrebbe confessato di essere l’autore del ferimento.

In particolare, l’uomo avrebbe dichiarato che nella serata di martedì scorso, dopo una forte discussione per futili motivi, avrebbe ricevuto pesanti minacce da parte del ferito.

 Pertanto, intimorito, nel pomeriggio del giorno successivo si sarebbe armato con una pistola semiautomatica detenuta illegalmente.

Incrociato per strada il rivale, in seguito ad un ulteriore violento diverbio, P.F. avrebbe esploso tre colpi d’arma da fuoco, a bordo della sua auto, in direzione del veicolo della vittima, colpendola al torace.

L’uomo, che ha riportato tra l’altro la frattura della scapola destra, dopo le cure del caso è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni.

A causa dei colpi di pistola è rimasta ferita anche la compagna della vittima che, trovandosi con lui in auto, ha riportato alcune contusioni, in seguito all’impatto del veicolo contro il muro di un’abitazione.

Pertanto, dopo aver raccolto gli indizi, anche grazie all’ausilio dei carabinieri, gli uomini della Squadra mobile hanno sottoposto P.F. a fermo, con l’accusa di tentato omicidio.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato associato alla locale casa circondariale in attesa dell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.