Risolto il giallo della donna uccisa in Calabria, fermato il presunto omicida

Un 32enne di Belvedere Marittimo (Cs) è stato sottoposto a fermo dai carabinieri, perché ritenuto responsabile dell’omicidio di una 56enne di nazionalità bulgara, Dimova Aneliya, assassinata lo scorso 30 agosto nella cittadina cosentina.

Il provvedimento è stato emesso sulla scorta delle indagini avviate dagli uomini dell’Arma, giunti a casa della vittima, in seguito ad una segnalazione al 112.

Una volta nell’abitazione, i militari hanno rinvenuto il cadavere disteso sul letto, con una federa assicurata al volto con del nastro adesivo.

Gli investigatori hanno quindi raccolto vari indizi che hanno permesso di mettere in ordine le tessere del mosaico, fino ad identificare il presunto responsabile.

I carabinieri sono ora al lavoro per cercare di fare luce sul movente.

Il fermato, una volta ultimate le formalità di rito, è stato accompagnato nella casa circondariale di Paola.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.