Cosenza, ricordato il sacrificio di Norma Cossetto

Si è svolta, ieri (3 ottobre), alle ore 11, in piazza della Vittoria alla Villa Nuova davanti il monumento ai caduti, nella città di Cosenza, la manifestazione denominata “Una rosa per Norma Cossetto”, promossa in tutta Italia dal “Comitato 10 Febbraio” per onorare la memoria della giovane istriana, seviziata e uccisa nel 1943 dai partigiani comunisti slavi.
Nella città bruzia l’iniziativa è stata promossa dal locale “Comitato 10 Febbraio” rappresentato da Marco Perri e dall’Associazione “Rivolta Ideale” rappresentata da Michele Arnoni
 
L’evento, che si è svolto con il patrocinio gratuito dell’amministrazione comunale, ha visto la partecipazione di numerosi cittadini, nonché di una delegazione dell’Associazione nazionale carabinieri.
 
“È stata una cerimonia semplice e molto partecipata – dichiarano Perri e Arnoni – abbiamo ricordato degnamente il sacrificio di Norma Cossetto, la giovane studentessa istriana che nel lontano 1943 venne sequestrata, stuprata e gettata in una foiba dai partigiani comunisti slavi. Dopo la deposizione di una rosa, abbiamo ricordato ai presenti la vita e l’eroica fine della giovane studentessa. È stata una manifestazione condivisa che è andata oltre gli schieramenti partitici e ha goduto dell’apprezzamento di tutti i cittadini. Per tale motivo – concludono gli organizzatori – chiediamo all’amministrazione comunale di intitolare una via, una piazza o un giardino a Norma Cossetto, insignita della medaglia d’oro al merito civile.”
 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.