Cerca di strangolare l'ex fidanzata, arrestato

Il pronto intervento degli agenti della Questura di Reggio Calabria ha permesso di mettere in salvo una donna vittima di atti persecutori e di arrestare il colpevole delle condotte vessatorie.

L’intervento è stato attivato su richiesta d’aiuto della vittima, rifugiatasi nei locali della Questura per sfuggire all’ultima aggressione dell’uomo che, in una piazza cittadina, avrebbe tentato per due volte di strangolarla. La donna, impaurita ed in lacrime, ha richiamato l’attenzione poliziotti, riferendo di essere stata aggredita e picchiata dal connazionale, entrato con lei nell’androne della Questura, dove peraltro avrebbe continuato a minacciarla.

Il cittadino georgiano è stato prontamente fermato, mentre alla donna sono state prestate le prime cure dal personale del 118.

Agli agenti, la malcapitata ha raccontato di aver avuto in passato, con l’aggressore, una breve relazione sentimentale e che l’uomo non ha mai accettato la fine del rapporto, adottando atteggiamenti persecutori nei suoi e ponendo in essere condotte aggressive ed azioni intimidatorie sfociate, infine, nel tentativo di strangolarla.

Il 38enne è stato pertanto arrestato e posto domiciliari, con l’accusa atti persecutori.

La vittima, invece, è stata trasportata presso il Grande ospedale metropolitano dove è stata curata per le ferite riportate durante l’aggressione.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.