Emergenza Covid, ad Arena scatta il primo screening di massa

Adottare tutte le misure possibili di contenimento e prevenzione a tutela della salute pubblica per l’emergenza Coronavirus i cui dati in queste ultime settimane registrano un aumento preoccupante in provincia di Vibo Valentia.

Con questo chiaro intento, l’amministrazione comunale d’Arena - centro Covid free stando ai dati ufficiali diffusi dal Dipartimento provinciale dell’Asp vibonese e tra i primi comuni ad intraprendere una simile iniziativa che rappresenta un’innovazione dal punto di vista procedurale - ha deciso di avviare uno screening di massa attraverso tamponi rinofaringei a risposta rapida, una soluzione che, considerata l’alta attendibilità del test, consentirebbe di poter intervenire istantaneamente, contenendo un’eventuale diffusione del virus nelle more del completamento, da parte dell'Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, delle eventuali e prescritte indagini epidemiologiche.

In sostanza, dalla prossima settimana, nell’ambito dell’emergenza sanitaria connessa alla diffusione del Covid-19 e al fine del contenimento del contagio del virus, il Comune d’Arena avvierà una campagna di screening rivolta ai cittadini residenti, su base volontaria, per mezzo di tamponi antigenici rapidi, un’iniziativa che assume una importanza decisiva per contenere il diffondersi del virus. Si tratta, dunque, di un sistema di più ampio controllo del fenomeno sul territorio, di prevenzione e di tutela della salute cittadina anche in considerazione dei tempi lunghi che richiede l’esito del risultato dei tamponi molecolari, come peraltro sottolineato in maniera perentoria dal Dipartimento prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia che nei giorni scorsi, con una nota, ha evidenziato sull’intero territorio provinciale “un incremento significativo dei nuovi casi di infezione SARS-Cov2 rispetto alla data di insorgenza della malattia, un notevole ritardo nella lavorazione dei tamponi nasofaringei e nella trasmissione dei relativi referti e una situazione che determina un ritardo nella ricostruzione dei contatti dei casi positivi.

Lo screening, che sarà condotto grazie alla fattiva collaborazione dei medici di medicina generale che operano sul territorio, comincerà a metà settimana prossima, riguarderà prioritariamente coloro i quali garantiscono i servizi essenziali ai sensi del Dpcm del 3 novembre scorso (dipendenti e operatori degli uffici pubblici, commercianti, pendolari che operano in comuni dove si sono registrati contagi, soggetti a rischio) e interesserà in questa prima fase circa 300 persone.

“Chi volesse effettuare il test - – fa sapere il sindaco d’Arena, Antonino Schinella  - dovrà obbligatoriamente prenotarsi al numero 3209173815 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 18:00”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.