Maltempo in Calabria: il ministro Boccia, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli e il presidente della Regione f.f. Nino Spirlì, in visita a Crotone

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, in compagnia del capo del dipartimento di Protezione civile Angelo Borrelli e del presidente della Regione f.f. Nino Spirlì, ha fatto visita oggi a Crotone per verificare i danni provocati dal maltempo e per portare la solidarietà del governo alla popolazione colpita dagli eventi.

Il ministro Boccia, il capo della Protezione civile nazionale ed il presidente della Regione, dopo aver effettuato un sopralluogo in elicottero sulle zone colpite dall’alluvione, si sono recati in prefettura, accolti dal prefetto Tiziana Tombesi, dove si è svolta una riunione alla quale hanno preso parte i parlamentari locali, il presidente della Provincia f.f., il sindaco di Crotone, i vertici delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco, il direttore della Protezione civile regionale.    

Nel corso della riunione, Boccia ha dato atto con compiacimento della tempestività con la quale è stata affrontata l’emergenza dalle componenti della Protezione civile, coordinate dalla prefettura, sottolineando, tuttavia che occorre con la massima urgenza mettere in sicurezza il territorio, in un’ottica di prevenzione. Ha poi garantito che, nel rispetto delle procedure previste, potrà essere assicurato il ristoro dei danni subiti.  

Il presidente della Regione ha poi comunicato che è stata convocata la giunta regionale per l’adozione della delibera di proposta dello stato di calamità naturale che sarà inviata al dipartimento di Protezione civile presso la presidenza del Consiglio dei ministri unitamente alla quantificazione dei danni subita dai Comuni.

Parole di ringraziamento sono state pronunciate anche dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli il quale si è complimentato con la Protezione civile regionale, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, l’esercito ed i volontari per il contributo che ha consentito di rispondere con efficacia e rapidità a tutte le problematiche emerse nel corso dell’emergenza.   

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.