In auto con 200 candelotti, denunciati due giovanissimi

Nonostante le restrizioni tuttora in vigore per l’emergenza coronavirus, l’avvicinarsi delle festività di fine anno induce ad accaparrarsi fuochi pirotecnici “sottobanco”, chiaramente pericolosi.

A tal riguardo, due giorni fa, a Polistena i carabinieri hanno denunciato due reggini, di 21 e 17 anni, per possesso di materiale esplodente, perché trovati in possesso di 200 candelotti pirotecnici artigianali.

In particolare, durante un controllo stradale, i militari della Sezione radiomobile della Compagnia di Taurianova, hanno fermato un’auto con a bordo i due giovani.

I militari hanno quindi notato, tra i piedi del passeggero, due sacchi di plastica contenenti numerosi candelotti, per un peso complessivo di circa 3,6 chili.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo artificieri del Comando provinciale di Reggio Calabria che, dopo averli messi in sicurezza e campionati, hanno mandato gli artifici pirotecnici al Ris di Messina per le analisi del caso.

I due giovani, invece, dovranno rispondere del reato di trasporto di materiale esplodente non autorizzato.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.