Liberi di viaggiare, ma non a Natale

Segnate bene queste date: 25, 26 dicembre e 1 gennaio prossimi. Sono i giorni in cui, alla luce dei provvedimenti previsti dal governo, il coronavirus potrebbe impazzare più che mai. Per fugare qualunque rischio, sono state vietate le insidiose trasferte da un comune all'altro. Del resto, il virus infuria e bisogna essere cauti. Certo è un sacrificio, ma di breve durata. In fondo, chi vorrà viaggiare - più o meno - liberamente potrà beatamente farlo prima del 21 dicembre. A tal riguardo, giova ricordare che per incentivare gli italiani a mettersi in marcia, Conte ha pensato bene di far scattare il divieto da lunedì.

Pertanto, sarà possibile beneficiare anche dell’occasione offerta dal fine settimana. Inoltre, alla luce di quanto accaduto a marzo, quando le restrizioni vennero comunicate a poche ore dall’entrata in vigore, questa volta sono state annunciate con congruo anticipo. Dunque, nessuna lamentala, c’è tutto il tempo per organizzarsi e mettersi in marcia in tutta tranquillità; anche perché attraversare la Penisola per andare, ad esempio, da Trento a Marsala, non comporterà alcun rischio.

Il vero pericolo, invece, potrebbe sorgere qualora si dovesse sfidare il virus per andare nel paese vicino il giorno di Natale.  

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.