Il Milan chiude con una vittoria un 2020 da sogno

Il goal di uno straripante e dominante Theo Hernández, giunto allo scadere della partita contro la Lazio, ha permesso al Milan di vincere per 3-2 l’incontro e di chiudere il 2020 in testa alla classifica. La squadra di Stefano Pioli è ora una delle più serie candidate alla vittoria dello scudetto che manca da Milano da quando, dieci anni fa, i rossoneri allora allenati da Massimiliano Allegri riuscirono ad aggiudicarsi l’ultimo titolo dell’era pre Juventus.

Il Milan chiude un 2020 da record da primo in classifica

Per il Milan questo 2020 è stato l’anno della rinascita. I rossoneri sono riusciti a mettere in fila una serie impressionante di record che ora andremo a snocciolare velocemente. Tanto per cominciare, la squadra allenata da Stefano Pioli è l’unica d’Europa ancora imbattuta nell’era successiva al lockdown di marzo, risultato incredibile se si pensa a quanto i rossoneri fossero incostanti sotto la gestione di Marco Giampaolo.

Gli uomini del Diavolo riescono anche a segnare almeno due goal a partita da ben 16 incontri consecutivi e sono riusciti a realizzare un altro record incredibile che racconta appieno lo straordinario periodo che di forma che stanno attraversando. Come se tutto ciò non bastasse, la più grande dimostrazione di forza il Diavolo l’ha data nelle ultime partite quando a causa delle assenze di due giocatori chiave come Ibra e Kjær, Pioli si è improvvisamente ritrovato senza due dei suoi uomini migliori.

Ciononostante, con una tranquillità e una sicurezza nei propri mezzi impressionante, Donnarumma e compagni non solo non hanno accusato il colpo ma, anzi, hanno continuato a vincere e convincere come solo le grandi squadre sanno fare. E così, secondo le quote scommesse, ora i rossoneri sono insieme ai cugini nerazzurri i favoriti indiscussi per la vittoria dello scudetto, con buona pace della Juventus di Andrea Pirlo che invece continua ad arrancare.

L’Inter si gode le sette vittorie consecutive ed è l’unica squadra che sembra poter resistere ai rossoneri

L’unica squadra che sino a oggi ha dimostrato di poter tenere il passo del Milan è l’Inter. I ragazzi di Antonio Conte sono reduci da sette vittorie consecutive che, tuttavia, non sono bastate per chiudere il 2020 in testa alla classifica. Nelle ultime sette gare i nerazzurri hanno rosicchiato ai cugini rossoneri solo quattro punti e, soprattutto, non hanno mai convinto del tutto. Nonostante la striscia positiva stia diventando importante, a oggi Lukaku e compagni non sono ancora riusciti a esprimere un gioco convincente, riuscendo a portarsi a casa gli incontri grazie alla grande esperienza dei propri uomini chiave e a un pizzico di fortuna. Nel calcio, tuttavia, il bel gioco lascia il tempo che trova e alla fine a contare e pesare come un macigno sono i risultati che al momento stanno premiando e non poco l’Inter.

Da qui a fine campionato, a ogni modo, il tecnico pugliese dovrà riuscire a far compiere ai suoi ragazzi un ulteriore step e la sensazione è che se ciò dovesse avvenire davvero l’Inter potrebbe riuscire a vincere la resistenza dei cugini rossoneri che, mai come quest’anno, hanno tutte le carte in regola per riportare lo scudetto all’ombra del Duomo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.