Tassone denuncia tagli al Parco delle Serre: “Il centrodestra dimostra insensibilità e penalizza le aree interne”

"Ha esordito sostenendo di considerare la Calabria un'unica riserva naturale. E, invece, al di là delle mere enunciazioni di principio, il centrodestra ha dimostrato con i fatti di avere una scarsa sensibilità verso le tematiche ambientali considerando gli Enti del settore come un salvadanaio da cui attingere al bisogno per far quadrare altri conti”.

Il consigliere regionale Luigi Tassone attacca la maggioranza “sempre alle prese con liti interne” e insiste sul tema della salvaguardia dell’ambiente. Dopo aver rimarcato l’azzeramento del contributo alla Riserva Valli Cupe nel prossimo triennio, Tassone denuncia infatti il taglio dell’assegnazione della dotazione finanziaria al Parco delle Serre.

“Questo Ente – sottolinea – vive già una situazione di difficoltà a causa dell’esiguità del fondo di cui dispone ammontante a 200mila euro, adesso con l’ulteriore limatura di 10mila euro si limitano ulteriormente le possibilità d’azione proprio perché i fondi erano già insufficienti”.

“Con tutta evidenza – prosegue Tassone - si tratta di una nuova ingiusta privazione per le aree interne che anziché essere sostenute e valorizzate, magari con l’incentivazione del turismo lento, vengono sostanzialmente allontanate, anche con piccole azioni simboliche, dai processi di sviluppo sostenibile. I cittadini, dopo gli annunci iniziali, si sarebbero aspettati interventi decisi e non certo scippi o disattenzioni che svelano come la maggioranza sia in tutt’altre faccende affaccendata. Chiedo con determinazione - conclude Tassone – non solo che questi tagli siano cancellati, ma anche che la dotazione finanziaria di Enti fondamentali per la vita sul territorio sia riportata a livelli dignitosi”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.