Edilizia scolastica e istruzione pubblica, il presidente della Provincia di Vibo incontra la nuova dirigente dell’Ambito territoriale

“Avviare una continua interazione istituzionale per elaborare e affrontare assieme le sfide che la nuova società digitale, della conoscenza e del sapere, investita dall’emergenza coronavirus, pone al Vibonese. Una territorio che, soprattutto per quanto concerne il mondo della scuola e dell’istruzione pubblica, non può permettersi di perdere ancora terreno rispetto ad altre realtà più progredite del nostro Paese ma che anzi deve far divenire la crisi pandemica un’opportunità di crescita e di sviluppo sociale e culturale”.

Questo il percorso istituzionale che il presidente della Provincia di Vibo, Salvatore Solano, e la neo dirigente dell’Ambito Territoriale di Vibo Valentia (ex Provveditorato agli studi), Concetta Gullì, intendono perseguire, nel rispetto delle reciproche competenze, promuovendo delle iniziative comuni.

Al di là degli intendimenti di carattere generale, diversi sono stati gli argomenti specifici trattati. Primo fra tutti la sicurezza degli edifici scolastici. Ma anche il dimensionamento scolastico (soggetto di recente a modifiche di natura normativa), la didattica a distanza e l’innovazione tecnologica, le problematiche attinenti all’incentivazione alla partecipazione studentesca e le delicate questioni legate alla piena integrazione degli studenti diversamente abili.  

Un’analisi quella effettuata da Solano e Gullì che si è avvalsa di una serie d'informazioni e dati forniti durante l'incontro dal vicario della neo dirigente, Filippo De Masi. Un incontro protrattosi per oltre un’ora e conclusosi con l’impegno concreto da parte di entrambi di «far lasciare, al più presto, la posizione di fanalino di coda delle classifiche nazionali a una realtà territoriale dalle grandi potenzialità qual è quella Vibonese».     

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.