Omicidio Palmieri, due indagati

I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia hanno notificato a Nicola Polito ed Pasquale Evolo, rispettivamente di 34 e 53 anni, l’avviso di conclusione delle indagini preliminari condotte in seguito all’omicidio del giovane Francesco Palmieri, verificatosi lo scorso 1° aprile nella frazione Paravati di Mileto (Vv).

I due, cui sono stati contestati i reati di “cooperazione nel delitto colposo”, “morte come conseguenza di altro delitto” e “omicidio colposo”, risultano indagati poiché ritenuti responsabili di aver determinato la morte del ragazzo con un colpo di fucile calibro 12 alla testa.

A distanza di poche ore dal fatto di sangue, i militari avevano fermato Nicola Polito - cugino della vittima - in seguito al rinvenimento, in un magazzino nella sua disponibilità, dell’arma utilizzata per commettere il delitto. 

Il Ris di Messina ha poi rafforzato l’ipotesi investigativa attraverso accertamenti tecnici che, tra l’altro, hanno permesso di confermare la presenza sul luogo del delitto di Pasquale Evolo. Il Reparto investigazioni scientifiche è, infatti, riuscito ad isolare dal fucile i profili genetici di entrambi gli indagati.

Per gli investigatori, l’omicidio sarebbe maturato al termine di un regolamento di conti per ragioni di droga: un debito di poche decine di euro. 

In particolare, i due indagati, nel corso di una colluttazione, avrebbero fatto partire un colpo, dal fucile che Polito avrebbe portato con sé per ottenere quanto preteso.

Al loro arrivo, Evolo e Palmieri avrebbero trovato Polito con il sovrapposto.

A questo punto, sarebbe iniziata una colluttazione, posto che Evolo avrebbe cercato di disarmare Polito, senza peraltro riuscirci.

Durante la contesa sarebbe partito il colpo che ha colpito Palmieri.

Polito dovrà ora rispondere anche dei reati di “detenzione e porto illegale di arma da sparo clandestina” e della “detenzione ai fini di spaccio” di oltre 163 grammi di hashish.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.