Inaugurata l'attesissima scuola bocce dell’Asd Aurora Sant’Onofrio

Sant’Onofrio - Ha aperto i battenti sabato 27 febbraio la nuova scuola bocce che porta nel Vibonese e nelle zone limitrofe la possibilità di praticare il gioco  alle nuove generazioni.

Un progetto rinnovato, che conferma ancora una volta la volontà dell’Asd Aurora, di focalizzare una parte della propria programmazione futura su questa iniziativa di interesse e prospettiva per l’avvicinamento a questo sport in ambito juniores. L'inaugurazione di sabato pomeriggio è avvenuta in presenza, seppur in forma ristretta. Hanno partecipato il sindaco Onofrio Maragò, l’assessore allo sport Fortunato Santaguida, il responsabile regionale del settore giovanile Roberto Cevola, l’istruttore del settore giovanile William Muraca, il coordinatore regionale Raffaele Brutto, i componenti della Commissione tecnica regionale Natalino Bilotta e Salvatore Franzè.

«Inaugurare la scuola bocce in questo momento – ha spiegato Liberata Cammarata, direttore sportivo dell’Aurora Sant’Onofrio – per noi ha un duplice significato. Il primo è di generare un flusso attrattivo per i nostri giovani, perché ci siamo accorti durante il lockdown quanto importante sia l’attività ludica  e allo stesso tempo favorire un ricambio generazionale del nostro sport e non permettere che venga abbandonato».

L’altro aspetto che ci preme sottolineare il responsabile regionale del settore giovanile Roberto Cevola è che: «nel momento in cui tutti noi siamo attenti alla nostra salute, non possiamo dimenticare quanto faccia bene al nostro animo la cultura e l’amore per lo sport».

Il pomeriggio è trascorso all’insegna del divertimento e ha visto il pieno coinvolgimento di 18 ragazzi dai 6 ai 17 anni e delle loro famiglie che si sono dilettati nel gioco delle bocce guidati dai sapienti consigli degli istruttori giovanili William Muraca e Liberata Cammarata.  

«Il desiderio è quello di far decollare una scuola bocce per i ragazzi, coinvolgendo anche le strutture scolastiche al fine di portare i giovani sui campi per far loro compiere i primi passi nei luoghi dove si pratica concretamente il gioco delle bocce, ci auguriamo che la nostra iniziativa possa germogliare nel più breve tempo possibile anche nell’ottica di un ulteriore rafforzamento del nostro impegno sportivo» ha affermato un’emozionato Roberto Cammarata, presidente dall’Asd Aurora Sant’Onofrio.

A dire la sua, anche il presidente regionale Francesco D’Ambrosio che, seppur in videoconferenza, ha fortemente voluto esprimere il suo profondo sostegno a questa lodevole iniziativa: «Ho creduto dal primo istante in questo progetto, credo nei valori della Fib e nei concetti di lealtà ed inclusione che questo sport è in grado di emanare. L’auspicio è che possa far nascere quelle vocazioni giovanili delle quali lo sport delle bocce ha tanto bisogno». A conclusione del pomeriggio sono state distribuite le prime tessere giovanili ed è stato offerto un piccolo rinfresco che ha rappresentato un ulteriore momento di convivialità per scambiare pareri e impressioni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.