Soppressione 118 di Girifalco, Tassone: “Provvedimento da rivedere, sulla sanità non si può più arretrare”

"La battaglia contro la sostituzione dell’ambulanza con un’automedica condotta dall’Amministrazione di Girifalco e condivisa da quelle di Amaroni, Borgia, Caraffa, Cortale, Squillace, Palermiti, San Floro e Vallefiorita è pienamente condivisibile e punta a difendere un punto di riferimento sanitario fondamentale per l’intero comprensorio. Soprattutto in questo momento, bisognerebbe potenziare i servizi e non depauperarli privando la cittadinanza anche delle poche certezze avute finora”.
Il consigliere regionale Luigi Tassone prende posizione nei confronti della delibera della Commissione straordinaria dell’Asp di Catanzaro, che viene invitata a “rivedere il provvedimento”, e si schiera con l’Amministrazione di Girifalco che ha promosso una serie di azioni per impedire la soppressione della postazione Pet.
“L’emergenza Covid – sostiene Tassone – ha ulteriormente evidenziato le carenze dell’assistenza territoriale, che già comportava una situazione su cui intervenire in maniera decisa. Adesso, addirittura, si pensa a ridimensionare l’esistente, non considerando le esigenze di comunità che vivono in aree in ritardo di sviluppo e che sopportano importanti privazioni in termini di servizi. È chiaro che questi nuovi interventi riduttivi vanno assolutamente ostacolati perché al primo posto vanno messe le necessità dei cittadini e non i calcoli. Pertanto – conclude Tassone – mi impegnerò a fondo per far rispettare i diritti delle comunità interessate dal provvedimento perché sulla tutela della salute non possiamo arretrare più nemmeno di un millimetro”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.