Chiaravalle Centrale, “Chi.Ce” contro “lo scempio della potatura selvaggia”

"Troviamo davvero inspiegabile la decisione dell’amministrazione comunale di deturpare il verde pubblico cittadino, già di per sé povero e abbandonato ad una gestione improvvisata. Osserviamo infatti, stupiti come gran parte dei cittadini chiaravallesi, alla capitozzatura degli alberi del centro, in piena stagione primaverile".

E' quanto si legge in una nota del movimento “Chi.Ce – Chiaravalle attiva”.

" Ora - prosegue il comunicato - è stato ampiamente appurato, come riportano le associazioni che si occupano specificatamente della tutela dell’ambiente (vedi Italia Nostra e Legambiente) che pratiche come la capitozzatura, la cimatura e la potatura drastica indeboliscono gli alberi e possono creare nel tempo situazioni di instabilità che generano altresì maggiori costi di gestione. D’altronde, qui non si tratta solamente di metodi e tempi di una potatura, ma della cura del decoro urbano del paese.

Chiediamo perciò all’amministrazione comunale di sospendere questo scempio o, quanto meno, spiegarne i motivi (con opportune evidenze scientifiche), visto anche le tante segnalazioni che abbiamo ricevuto e chiedendoci, appunto, di intervenire sulla questione.

Cogliamo - conclude il comunicato - l’occasione per invitare tutti coloro che hanno delle segnalazioni, questioni, appelli, progetti, suggerimenti che riguardano l’amministrazione della nostra cittadina a scriverci senza indugio".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.