Setticemia nel Vibonese, grave un ragazzo

L'ospedale "Jazzolino" di Vibo Valentia L'ospedale "Jazzolino" di Vibo Valentia

Cresce la preoccupazione nel Vibonese per le condizioni di un ragazzo colpito da setticemia e ricoverato all’ospedale “Jazzolino” nel reparto di rianimazione. La conferma dell’infezione del sangue causata dal meningococco, contratta dal diciottenne, arriva dalle colonne del Quotidiano del Sud che riferisce anche dell’arrivo dal capoluogo lombardo di uno speciale farmaco, anche se in questo caso non vi sono conferme da parte dei medici. Smentita, ad ogni modo, la voce diffusasi inizialmente secondo la quale si sarebbe trattato di meningite. Ma i rischi sono elevati. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo avrebbe trascorso la giornata di martedì al mare, avvertendo nel pomeriggio del giorno successivo malori e febbre alta. Si indaga, dunque, sulle possibili origini della malattia, senza però che ci siano certezze a sgomberare il campo. Da segnalare che anche un fratello del paziente ha dovuto fare i conti con la febbre, pur di diverso rilievo. Sono ore difficili per la famiglia del giovane che attende miglioramenti degni di nota.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.